Events und Ausstellungen in Urbino und Umbegung

Visite guidate al palazzo ducale

Le collezioni della Galleria Nazionale delle Marche sono esposte in una cornice unica al mondo: lo splendido Palazzo Ducale di Urbino, voluto da Federico da Montefeltro a gloria della sua casata e, al contempo, espressione della sua personalità di uomo del Rinascimento, che coniugava la cultura con il mestiere delle armi e l’abilità politica. E' possibile,durante tutti i week-end dell'anno,prendere parte a visite guidate (a pagamento) presso il palazzo Ducale di Urbino, inclusi i periodi delle vacanze pasquali, nei ponti del 25 Aprile, 1°maggio,1°novembre, tutti i giorni dei mesi giugno, luglio, agosto, settembre e durante le festività natalizie.

CONTINUA A LEGGERE

Visite guidate al palazzo ducale

Le collezioni della Galleria Nazionale delle Marche sono esposte in una cornice unica al mondo: lo splendido Palazzo Ducale di Urbino, voluto da Federico da Montefeltro a gloria della sua casata e, al contempo, espressione della sua personalità di uomo del Rinascimento, che coniugava la cultura con il mestiere delle armi e l’abilità politica. E' possibile,durante tutti i week-end dell'anno,prendere parte a visite guidate (a pagamento) presso il palazzo Ducale di Urbino, inclusi i periodi delle vacanze pasquali, nei ponti del 25 Aprile, 1°maggio,1°novembre, tutti i giorni dei mesi giugno, luglio, agosto, settembre e durante le festività natalizie.


Visita ai Torricini

I Torricini del palazzo Ducale saranno aperti alle visite ogni sabato dal 5 gennaio al 28 dicembre 2019 alle 00:00.

CONTINUA A LEGGERE

Visita ai Torricini

I Torricini del palazzo Ducale saranno aperti alle visite ogni sabato dal 5 gennaio al 28 dicembre 2019 alle 00:00.


La Staffetta del Bianchello

Volete scoprire le Marche in modo originale ed esperienziale camminando attraversando le valli del Metauro, degustando i vini e i prodotti di questa splendida terra e conoscendo le aziende, i loro luoghi e le loro storie? Vi presentiamo la Staffetta del Bianchello e l’Altra Staffetta che dal 5 maggio al 22 settembre vi permetteranno di conoscere le cantine della Provincia di Pesaro e Urbino che producono la Doc Bianchello del Metauro e non solo, attraverso un’originale progetto di cammino ideato da Sara Bracci e portato avanti dall’Associazione “Camminando sui tuoi passi”.Una originale e complessa idea di cammino attraverso le cantine, ospitati dai produttori delle Aziende Agricole e Vitivinicole del nostro territorio, alla scoperta della storia che accompagna il vino che beviamo, ma non solo.

CONTINUA A LEGGERE

La Staffetta del Bianchello

Volete scoprire le Marche in modo originale ed esperienziale camminando attraversando le valli del Metauro, degustando i vini e i prodotti di questa splendida terra e conoscendo le aziende, i loro luoghi e le loro storie? Vi presentiamo la Staffetta del Bianchello e l’Altra Staffetta che dal 5 maggio al 22 settembre vi permetteranno di conoscere le cantine della Provincia di Pesaro e Urbino che producono la Doc Bianchello del Metauro e non solo, attraverso un’originale progetto di cammino ideato da Sara Bracci e portato avanti dall’Associazione “Camminando sui tuoi passi”.Una originale e complessa idea di cammino attraverso le cantine, ospitati dai produttori delle Aziende Agricole e Vitivinicole del nostro territorio, alla scoperta della storia che accompagna il vino che beviamo, ma non solo.


Urbino on foot

Fino al 25 settembre 2019 l’appuntamento è per ogni mercoledì alle 21 con punto di ritrovo il monumento di Raffaello, a pian del Monte. Il percorso dura circa un’ora e mezza e termina con il ritorno al punto di partenza. Sarà possibile visitare le diverse perle artistiche e architettoniche del territorio ducale e partecipare a momenti musicali e spettacoli a tema.  Quando la passeggiata si terrà fuori Urbino, i partecipanti dovranno raggiungere il ritrovo comunicato il mercoledì precedente e segnalato con anticipo anche sulla pagina Facebook Urbinonfoot. Tra le location fuori porta Campocavallo, Furlo, Cesane, Fermignano e Cagli.

CONTINUA A LEGGERE

Urbino on foot

Fino al 25 settembre 2019 l’appuntamento è per ogni mercoledì alle 21 con punto di ritrovo il monumento di Raffaello, a pian del Monte. Il percorso dura circa un’ora e mezza e termina con il ritorno al punto di partenza. Sarà possibile visitare le diverse perle artistiche e architettoniche del territorio ducale e partecipare a momenti musicali e spettacoli a tema.  Quando la passeggiata si terrà fuori Urbino, i partecipanti dovranno raggiungere il ritrovo comunicato il mercoledì precedente e segnalato con anticipo anche sulla pagina Facebook Urbinonfoot. Tra le location fuori porta Campocavallo, Furlo, Cesane, Fermignano e Cagli.


Scultura Aurea

La mostra propone, nelle rinascimentali sale del Palazzo Ducale di Urbino, una panoramica sul gioiello d’artista del XX e XXI secolo ed è preziosa occasione per portare all’attenzione del pubblico il contributo di scultori e pittori all’ambito del gioiello, inteso come opera d’arte perfettamente compiuta, nel pieno superamento tra arti maggiori e minori cha nel Palazzo di Federico trova piena realizzazione concettuale ed estetica. Il percorso di mostra presenta un’ampia selezione di esemplari, più di 140 pezzi, realizzati da 46 artisti internazionali, evidenziando contributi e influenze e sottolineando la portata rivoluzionaria della contaminazione tra le arti in ambito orafo. Segue una preziosa selezione di esemplari e pezzi unici di artisti di fama internazionale che si sono confrontati con l’ambito orafo già a partire dagli anni ‘40 del secolo scorso come Alexander Calder, Salvador Dalí, George Braque, Pablo Picasso, Max Ernst, Louise Nevelson, Alicia Penalba, con episodi spesso sorprendenti, per giungere ad alcuni esempi di gioielli realizzati da artisti contemporanei (Igor Mitoraj, Sophia Vari, Enrico Castellani, Giulio Paolini, Anish Kapoor, Giorgio Vigna), che trasferiscono nel gioiello la poetica della loro ricerca con nuova consapevolezza sostenuta da illuminate committenze, nuove generazioni di galleristi-mecenati e da una rinnovata sensibilità critica all’argomento.

CONTINUA A LEGGERE

Scultura Aurea

La mostra propone, nelle rinascimentali sale del Palazzo Ducale di Urbino, una panoramica sul gioiello d’artista del XX e XXI secolo ed è preziosa occasione per portare all’attenzione del pubblico il contributo di scultori e pittori all’ambito del gioiello, inteso come opera d’arte perfettamente compiuta, nel pieno superamento tra arti maggiori e minori cha nel Palazzo di Federico trova piena realizzazione concettuale ed estetica. Il percorso di mostra presenta un’ampia selezione di esemplari, più di 140 pezzi, realizzati da 46 artisti internazionali, evidenziando contributi e influenze e sottolineando la portata rivoluzionaria della contaminazione tra le arti in ambito orafo. Segue una preziosa selezione di esemplari e pezzi unici di artisti di fama internazionale che si sono confrontati con l’ambito orafo già a partire dagli anni ‘40 del secolo scorso come Alexander Calder, Salvador Dalí, George Braque, Pablo Picasso, Max Ernst, Louise Nevelson, Alicia Penalba, con episodi spesso sorprendenti, per giungere ad alcuni esempi di gioielli realizzati da artisti contemporanei (Igor Mitoraj, Sophia Vari, Enrico Castellani, Giulio Paolini, Anish Kapoor, Giorgio Vigna), che trasferiscono nel gioiello la poetica della loro ricerca con nuova consapevolezza sostenuta da illuminate committenze, nuove generazioni di galleristi-mecenati e da una rinnovata sensibilità critica all’argomento.


Street Food Cavour

Dal 14 giugno, dalle 19.30, torna “Street Food Cavour", mangiando sotto le stelle”. Anche quest’anno sarà all'insegna della musica. Sono attese venticinque band che si esibiranno dal vivo per un programma che proporrà i più diversi generi musicali. Tutte le sere, la rassegna proporrà quattro ore di musica. Il format è lo stesso della scorsa edizione, ogni giovedì per un totale di 12 appuntamenti, ben due concerti, uno alle 20.30 nell’area nord (in fondo a via Cavour), e uno alle  22.30 nell’area sud (parte iniziale di via Cavour, subito dopo iI Centro Arti Visive Pescheria). Giovedì 14 giugno, per l’inaugurazione, ci saranno i Seventy Room, la performance di Andrea Bratta e Francesco e Valentina. Un duo di danzatori brasiliani che si esibiranno nelle danze tipiche del Carnevale di Rio e della conosciutissima “Capoeira”, una particolare arte marziale brasiliana. Il 28 giugno e il 9 agosto, si esibirà il famoso Corpo di ballo “Whats Afro”; percussioni, canti e danze dell’Africa dell’ Ovest. Ancora, durante le serate, ci saranno artisti di strada, giocolieri, maghi girovaghi, scuole di ballo. Per i bimbi zucchero filato, maghi e saltimbanchi. Tutti i giovedì via Cavour, chiusa al traffico, è in festa, dalle 19.30 a mezzanotte e mezza.

CONTINUA A LEGGERE

Street Food Cavour

Dal 14 giugno, dalle 19.30, torna “Street Food Cavour", mangiando sotto le stelle”. Anche quest’anno sarà all'insegna della musica. Sono attese venticinque band che si esibiranno dal vivo per un programma che proporrà i più diversi generi musicali. Tutte le sere, la rassegna proporrà quattro ore di musica. Il format è lo stesso della scorsa edizione, ogni giovedì per un totale di 12 appuntamenti, ben due concerti, uno alle 20.30 nell’area nord (in fondo a via Cavour), e uno alle  22.30 nell’area sud (parte iniziale di via Cavour, subito dopo iI Centro Arti Visive Pescheria). Giovedì 14 giugno, per l’inaugurazione, ci saranno i Seventy Room, la performance di Andrea Bratta e Francesco e Valentina. Un duo di danzatori brasiliani che si esibiranno nelle danze tipiche del Carnevale di Rio e della conosciutissima “Capoeira”, una particolare arte marziale brasiliana. Il 28 giugno e il 9 agosto, si esibirà il famoso Corpo di ballo “Whats Afro”; percussioni, canti e danze dell’Africa dell’ Ovest. Ancora, durante le serate, ci saranno artisti di strada, giocolieri, maghi girovaghi, scuole di ballo. Per i bimbi zucchero filato, maghi e saltimbanchi. Tutti i giovedì via Cavour, chiusa al traffico, è in festa, dalle 19.30 a mezzanotte e mezza.


I mercoledì al castello - Visite guidate serali

Dal 19 giugno al 4 settembre tutti i mercoledì alle ore 21.00 il Castello Brancaleoni di Piobbico (Pesaro e Urbino) vi accoglierà in tutto il suo splendore con visita guidata all’interno dell’imponente costruzione, con i suoi affreschi, stucchi, stemmi, iscrizioni e oltre 100 sale. La stupenda dimora storica, resa ancora più suggestiva dai giochi di luce e dalla seducente atmosfera notturna, spalancherà ai visitatori le sue preziose stanze e le sale da sogno per raccontare la sua storia secolare.

CONTINUA A LEGGERE

I mercoledì al castello - Visite guidate serali

Dal 19 giugno al 4 settembre tutti i mercoledì alle ore 21.00 il Castello Brancaleoni di Piobbico (Pesaro e Urbino) vi accoglierà in tutto il suo splendore con visita guidata all’interno dell’imponente costruzione, con i suoi affreschi, stucchi, stemmi, iscrizioni e oltre 100 sale. La stupenda dimora storica, resa ancora più suggestiva dai giochi di luce e dalla seducente atmosfera notturna, spalancherà ai visitatori le sue preziose stanze e le sale da sogno per raccontare la sua storia secolare.


ROF - Rossini Opera Festival

Il Rossini Opera Festival è la rassegna di musica lirica che ogni anno ad agosto si svolge a Pesaro, città che ha dato i natali al grande compositore Gioacchino Rossini. Dal 1980 ad oggi, il festival ha ospitato grandi musicisti e celebri direttori d'orchestra.

CONTINUA A LEGGERE

ROF - Rossini Opera Festival

Il Rossini Opera Festival è la rassegna di musica lirica che ogni anno ad agosto si svolge a Pesaro, città che ha dato i natali al grande compositore Gioacchino Rossini. Dal 1980 ad oggi, il festival ha ospitato grandi musicisti e celebri direttori d'orchestra.


Palio del Daino a Mondaino

Rappresenta una delle più affascinanti manifestazioni nazionali.
Tra le strette vie e la tonda piazza principale si aggirano armigeri, cavalieri e dame, giullari e saltimbanchi, menestrelli, giocolieri e trampolieri pronti ad allietare i viandanti e i forestieri.
Le cantine delle case si trasformano in botteghe dove imparare antiche arti: da Mastro Giovanni la battitura del cuoio, da Madonna Patrizia, l’arte dell’affresco, Madonna Monica insegna la pittura a tempera all’uovo, Madonna Teresa l’arte del ricamo del XV secolo, Madonna Milena l’arte del mosaico.
Vi sono taverne medievali dove bere e mangiare con menù ispirati al ‘500. Tantissimi sono gli spettacoli che affascinano e coinvolgono tutti: sbandieratori, teatranti, falconieri e cortei storici.

CONTINUA A LEGGERE

Palio del Daino a Mondaino

Rappresenta una delle più affascinanti manifestazioni nazionali.
Tra le strette vie e la tonda piazza principale si aggirano armigeri, cavalieri e dame, giullari e saltimbanchi, menestrelli, giocolieri e trampolieri pronti ad allietare i viandanti e i forestieri.
Le cantine delle case si trasformano in botteghe dove imparare antiche arti: da Mastro Giovanni la battitura del cuoio, da Madonna Patrizia, l’arte dell’affresco, Madonna Monica insegna la pittura a tempera all’uovo, Madonna Teresa l’arte del ricamo del XV secolo, Madonna Milena l’arte del mosaico.
Vi sono taverne medievali dove bere e mangiare con menù ispirati al ‘500. Tantissimi sono gli spettacoli che affascinano e coinvolgono tutti: sbandieratori, teatranti, falconieri e cortei storici.


Serata Medievale

Pergola è pronta per un affascinante tuffo nel passato. Torna la Serata Medievale e si arricchisce di una grandissima novità: la rievocazione storica dell’arrivo a Pergola delle spoglie dei Santi Secondo, Agabito e Giustina. Nella splendida cornice del centro storico si terranno cortei, combattimenti, scene di vita medievale e nelle taverne potrete gustare piatti tipici in attesa di assistere alla rievocazione storica. Vivrete una giornata tra storia, arte e cultura.

CONTINUA A LEGGERE

Serata Medievale

Pergola è pronta per un affascinante tuffo nel passato. Torna la Serata Medievale e si arricchisce di una grandissima novità: la rievocazione storica dell’arrivo a Pergola delle spoglie dei Santi Secondo, Agabito e Giustina. Nella splendida cornice del centro storico si terranno cortei, combattimenti, scene di vita medievale e nelle taverne potrete gustare piatti tipici in attesa di assistere alla rievocazione storica. Vivrete una giornata tra storia, arte e cultura.


Castello di... vino Gradara

Dal 24 al 26 agosto il vino tornerà protagonista dell’estate di Gradara  “Castello di…Vino”.
Ad andare in scena saranno piccoli produttori locali e nazionali che fanno della qualità il loro marchio di fabbrica. La kermesse si svolgerà all’ interno del borgo medievale di Gradara, vincitore del contest “Borgo dei borghi 2018” della trasmissione televisiva “Alle falde del Kilimangiaro”. Tra le novità di questa edizione abbiamo il focus sui vini biologici, biodinamici e naturali ed i pregiati vini prodotti in anfora. La manifestazione ospiterà come “Special Guest” per la seconda volta la cantina "Steffens Kess" proveniente dalla Mosella Tedesca, che proporrà i suoi riesling biologici, impreziosendo l’evento giunto alla sua terza edizione. Ad accompagnare le degustazioni i ristoranti di Gradara proporranno street food e menù a tema per tutti i gusti, per tutte le serate ci sarà musica dal vivo, che avrà la sua massima espressione sabato 25 con lo spettacolo dei “Jazz glazz”

CONTINUA A LEGGERE

Castello di... vino Gradara

Dal 24 al 26 agosto il vino tornerà protagonista dell’estate di Gradara  “Castello di…Vino”.
Ad andare in scena saranno piccoli produttori locali e nazionali che fanno della qualità il loro marchio di fabbrica. La kermesse si svolgerà all’ interno del borgo medievale di Gradara, vincitore del contest “Borgo dei borghi 2018” della trasmissione televisiva “Alle falde del Kilimangiaro”. Tra le novità di questa edizione abbiamo il focus sui vini biologici, biodinamici e naturali ed i pregiati vini prodotti in anfora. La manifestazione ospiterà come “Special Guest” per la seconda volta la cantina "Steffens Kess" proveniente dalla Mosella Tedesca, che proporrà i suoi riesling biologici, impreziosendo l’evento giunto alla sua terza edizione. Ad accompagnare le degustazioni i ristoranti di Gradara proporranno street food e menù a tema per tutti i gusti, per tutte le serate ci sarà musica dal vivo, che avrà la sua massima espressione sabato 25 con lo spettacolo dei “Jazz glazz”


Fiera di san Bartolomeo

Torna nuovamente,dal 24 al 26 agosto, il classico appuntamento finale dell’estate fanese: la Fiera di San Bartolomeo. La fiera si è trasformata negli ultimi due anni in un evento vero e proprio, ricco di iniziative collaterali oltre che tradizionale momento per fare acquisti tra centinaia di bancarelle e mercanzie varie. Confermato anche quest’anno giovedì 23 agosto l’evento di anticipazione “Aspettando la Fiera” che ha l’obiettivo di coinvolgere cittadini e turisti in una rievocazione a tema medievale. Protagonisti di quest’anno gli antichi mestieri, a cura del gruppo storico di Fano. L’intento è di ricostruire una reale situazione d’ambiente: per questo dall’abbigliamento del mercante e dell’artigiano fino agli utensili usati, dagli arredi al materiale in mostra, sarà tutto riprodotto minuziosamente. Sarà possibile ammirare i lavori del mastro orafo; la medichessa e il sapone; l’erborista e la distillazione; il liutaio; la rilegatura; la pittura e le miniature; il mastro pellaro; il mastro cestaro; lo casaro; il mastro cartaro da Fabriano e la pergamena; il mastro vasaro; la tessitura; la cardatura e il feltro. Dalle 18,30 all’Anfiteatro Rastatt, inoltre, saranno presenti dei laboratori per grandi e piccini. Sempre giovedì 23 protagonista indiscusso dell’evento serale “Passeggiando con Sigismondo” sarà l’attore fanese Filippo Tranquilli che dalle ore 21 vestirà nuovamente i panni di Pandolfo Malatesta in un racconto itinerante e recitato sulle principali vicende legate a Fano e alla dinastia. Il percorso prenderà il via dai giardini Niagara, dove Tranquilli radunerà i partecipanti salendo sul belvedere ligneo. Il percorso seguirà alcune tappe che saranno evidenziate da racconti su San Bartolomeo e la fiera delle cipolle, ”Il mastin vecchio e il mastin nuovo”, la processione e la donazione della reliquia, il trattato sui pirati dell’Adriatico legato al cattivo presagio del venerdì 17, per citarne solo alcuni. La conclusione alla pista di polivalente di Sassonia
Per il terzo anno consecutivo torna (nei tre giorni dell’evento) la "Fiera Franca dei Ragazzi" nello spazio della tensostruttura della Sassonia dalle ore 14,30 alle 20. All’iniziativa ideata da Barbara Brunori, che ha il sostegno, come tutta la manifestazione, della Città dei Bambini, potranno partecipare ragazzi di età compresa tra i 3 e i 16 anni compiuti. Durante la Fiera Franca dei Ragazzi potranno svolgersi esclusivamente operazioni di vendita o scambio/baratto tra ragazzi e potranno essere messi in vendita o scambiati giochi, libri, fumetti e oggetti creati dai più piccoli. Saranno al massimo 30 le postazioni a disposizione e i giovani venditori dovranno essere accompagnati da un adulto.
Venerdì 24 agosto ci sarà ancora spazio per un momento di rievocazione medievale con l’esibizione di ballo dell’associazione femminile di musica medievale e danze storiche di Gradara La Fabula Saltica, che col suo spettacolo coinvolgerà il pubblico. Si inizia al Rastatt dalle ore 19. Le danzatrici si esibiranno anche in serata alla Tensostruttura. Momento dedicato alla magia e alle illusioni per grandi e bambini con lo spettacolo d’intrattenimento di Mago Matteo, al secolo Matteo Andreoni, che alla Tensostruttura alle ore 21 terrà i bimbi col fiato sospeso tra trucchi e misteri, con un pizzico d’ironia. Sabato 25 Agosto torna la Fiera Franca dei Ragazzi che si protrarrà fino all’evento serale d’intrattenimento per bambini con lo spettacolo teatrale dell’associazione fanese Jolly Roger. Alle ore 21 alla Tensostruttura sarà il momento de “La strega che non sapeva atterrare”, interpretata da una divertente Anna Sassi e da Simone Ricciatti e Mariassunta Abbagnaro. Domenica 26 agosto si chiude in bellezza alle 21,30 col gruppo storico La Pandolfaccia e il corteo in cui sarà portato in sfilata il Palio. Il percorso si snoderà sul lungomare partendo da piazzale Gerboni, con sosta e spettacolo alla Tensostruttura, ai Giardini Niagara e infine all’anfiteatro Rastatt, dove si chiuderà formalmente la Fiera che passerà il testimone alla settimana medievale dedicata al V Palio delle Contrade.

 

CONTINUA A LEGGERE

Fiera di san Bartolomeo

Torna nuovamente,dal 24 al 26 agosto, il classico appuntamento finale dell’estate fanese: la Fiera di San Bartolomeo. La fiera si è trasformata negli ultimi due anni in un evento vero e proprio, ricco di iniziative collaterali oltre che tradizionale momento per fare acquisti tra centinaia di bancarelle e mercanzie varie. Confermato anche quest’anno giovedì 23 agosto l’evento di anticipazione “Aspettando la Fiera” che ha l’obiettivo di coinvolgere cittadini e turisti in una rievocazione a tema medievale. Protagonisti di quest’anno gli antichi mestieri, a cura del gruppo storico di Fano. L’intento è di ricostruire una reale situazione d’ambiente: per questo dall’abbigliamento del mercante e dell’artigiano fino agli utensili usati, dagli arredi al materiale in mostra, sarà tutto riprodotto minuziosamente. Sarà possibile ammirare i lavori del mastro orafo; la medichessa e il sapone; l’erborista e la distillazione; il liutaio; la rilegatura; la pittura e le miniature; il mastro pellaro; il mastro cestaro; lo casaro; il mastro cartaro da Fabriano e la pergamena; il mastro vasaro; la tessitura; la cardatura e il feltro. Dalle 18,30 all’Anfiteatro Rastatt, inoltre, saranno presenti dei laboratori per grandi e piccini. Sempre giovedì 23 protagonista indiscusso dell’evento serale “Passeggiando con Sigismondo” sarà l’attore fanese Filippo Tranquilli che dalle ore 21 vestirà nuovamente i panni di Pandolfo Malatesta in un racconto itinerante e recitato sulle principali vicende legate a Fano e alla dinastia. Il percorso prenderà il via dai giardini Niagara, dove Tranquilli radunerà i partecipanti salendo sul belvedere ligneo. Il percorso seguirà alcune tappe che saranno evidenziate da racconti su San Bartolomeo e la fiera delle cipolle, ”Il mastin vecchio e il mastin nuovo”, la processione e la donazione della reliquia, il trattato sui pirati dell’Adriatico legato al cattivo presagio del venerdì 17, per citarne solo alcuni. La conclusione alla pista di polivalente di Sassonia
Per il terzo anno consecutivo torna (nei tre giorni dell’evento) la "Fiera Franca dei Ragazzi" nello spazio della tensostruttura della Sassonia dalle ore 14,30 alle 20. All’iniziativa ideata da Barbara Brunori, che ha il sostegno, come tutta la manifestazione, della Città dei Bambini, potranno partecipare ragazzi di età compresa tra i 3 e i 16 anni compiuti. Durante la Fiera Franca dei Ragazzi potranno svolgersi esclusivamente operazioni di vendita o scambio/baratto tra ragazzi e potranno essere messi in vendita o scambiati giochi, libri, fumetti e oggetti creati dai più piccoli. Saranno al massimo 30 le postazioni a disposizione e i giovani venditori dovranno essere accompagnati da un adulto.
Venerdì 24 agosto ci sarà ancora spazio per un momento di rievocazione medievale con l’esibizione di ballo dell’associazione femminile di musica medievale e danze storiche di Gradara La Fabula Saltica, che col suo spettacolo coinvolgerà il pubblico. Si inizia al Rastatt dalle ore 19. Le danzatrici si esibiranno anche in serata alla Tensostruttura. Momento dedicato alla magia e alle illusioni per grandi e bambini con lo spettacolo d’intrattenimento di Mago Matteo, al secolo Matteo Andreoni, che alla Tensostruttura alle ore 21 terrà i bimbi col fiato sospeso tra trucchi e misteri, con un pizzico d’ironia. Sabato 25 Agosto torna la Fiera Franca dei Ragazzi che si protrarrà fino all’evento serale d’intrattenimento per bambini con lo spettacolo teatrale dell’associazione fanese Jolly Roger. Alle ore 21 alla Tensostruttura sarà il momento de “La strega che non sapeva atterrare”, interpretata da una divertente Anna Sassi e da Simone Ricciatti e Mariassunta Abbagnaro. Domenica 26 agosto si chiude in bellezza alle 21,30 col gruppo storico La Pandolfaccia e il corteo in cui sarà portato in sfilata il Palio. Il percorso si snoderà sul lungomare partendo da piazzale Gerboni, con sosta e spettacolo alla Tensostruttura, ai Giardini Niagara e infine all’anfiteatro Rastatt, dove si chiuderà formalmente la Fiera che passerà il testimone alla settimana medievale dedicata al V Palio delle Contrade.

 


4^ Edizione festa Medievale "La Torre di Giovedìa"

Numerosi sono i castelli, le rocche, le fortificazioni che, tra la Romagna e le Marche, hanno fatto parte del dominio dei Malatesta, la potente famiglia riminese che dominava queste terre tra Medioevo e Rinascimento. Anche San Mauro Pascoli ha legato il suo passato alla storica Signoria. Nel 1247, la riminese Concordia De’ Parcitadi va in sposa a Malatesta da Verucchio, detto "il Mastin Vecchio", portando in dote numerose terre e possedimenti, compresi quelli di Castrum Sancti Mauri e Giovedìa (oggi segnata dalla superstite presenza della “Torre”). Rivivi con noi quei momenti, venendo a far parte del meraviglioso MATRIMONIO MEDIEVALE tra il Malatesta e Concordia, ed assistendo agli spettacolari festeggiamenti in loro onore in quel di Villa Torlonia - Parco Poesia Pascoli. Per tutta la durata della festa, si alterneranno musici, e sbandieratori, falconieri a cavallo e duelli a tenzon d'arme, mercanti medievali e simpatici intrattenitori.

CONTINUA A LEGGERE

4^ Edizione festa Medievale "La Torre di Giovedìa"

Numerosi sono i castelli, le rocche, le fortificazioni che, tra la Romagna e le Marche, hanno fatto parte del dominio dei Malatesta, la potente famiglia riminese che dominava queste terre tra Medioevo e Rinascimento. Anche San Mauro Pascoli ha legato il suo passato alla storica Signoria. Nel 1247, la riminese Concordia De’ Parcitadi va in sposa a Malatesta da Verucchio, detto "il Mastin Vecchio", portando in dote numerose terre e possedimenti, compresi quelli di Castrum Sancti Mauri e Giovedìa (oggi segnata dalla superstite presenza della “Torre”). Rivivi con noi quei momenti, venendo a far parte del meraviglioso MATRIMONIO MEDIEVALE tra il Malatesta e Concordia, ed assistendo agli spettacolari festeggiamenti in loro onore in quel di Villa Torlonia - Parco Poesia Pascoli. Per tutta la durata della festa, si alterneranno musici, e sbandieratori, falconieri a cavallo e duelli a tenzon d'arme, mercanti medievali e simpatici intrattenitori.


Mtb Cavallino Ultimate

La penultima tappa del Circuito UISP "MTB MARCHE CUP" si svolgerà ad Urbino. Il circuito cicloturistico UISP per le ruote grasse del territorio del Comitato Pesaro e Urbino e non solo:mare,monti,colline e i sapori del Montefeltro! La tappa di Urbino sarà ambientata nella cornice unica delle colline che circondano Castel Cavallino, meraviglio borgo urbinate.
Lungo iI tracciato si farà visita a siti naturali meravigliosi e nascosti e alla fine del tracciato single track nella mitica "Palestra di Cavallino", luogo di allenamento degli istruttori della Scuola di MTB UISP e sede della tappa del Caveja organizzata dalla asd Cicloducale

CONTINUA A LEGGERE

Mtb Cavallino Ultimate

La penultima tappa del Circuito UISP "MTB MARCHE CUP" si svolgerà ad Urbino. Il circuito cicloturistico UISP per le ruote grasse del territorio del Comitato Pesaro e Urbino e non solo:mare,monti,colline e i sapori del Montefeltro! La tappa di Urbino sarà ambientata nella cornice unica delle colline che circondano Castel Cavallino, meraviglio borgo urbinate.
Lungo iI tracciato si farà visita a siti naturali meravigliosi e nascosti e alla fine del tracciato single track nella mitica "Palestra di Cavallino", luogo di allenamento degli istruttori della Scuola di MTB UISP e sede della tappa del Caveja organizzata dalla asd Cicloducale


Festa dell'aquilone

La festa dell'Aquilone è una gara tra gli aquiloni, che si svolge in Urbino la prima domenica di settembre, fin dal 1951; inizialmente tenuta nella zone "vigne" quindi nel parco della fortezza Albornoz (parco della Resistenza), poi, dal 1991, è stata trasferita fuori dal centro storico, sulle colline delle Cesane.La festa si sviluppa tra sabato e domenica; il primo giorno si assiste alla sfilata e alla presentazione delle contrade cittadine partecipanti, nel centro storico. Il secondo giorno è dedicato alla gara; mentre la premiazione delle contrade, vincitrici dei vari premi, si svolge la sera, durante la cena tra di esse lungo corso Garibaldi, sotto i celebri Torricini di Palazzo Ducale. gni anno l’ambitissimo riconoscimento viene assegnato alla Contrada che ha l’aquilone più in alto, fra quelli più lontani.La tradizionale competizione che si svolge la prima domenica di settembre è il momento più spettacolare di un percorso che si sviluppa lungo alcune settimane, durante le quali ognuna delle Contrade costruisce le “comete”, elabora strategie di gara e crea piacevoli momenti di aggregazione che coinvolgono tutto il quartiere.   Dai primi di agosto nelle diverse zone di Urbino compaiono stendardi e striscioni con i colori che identificano le dieci porzioni cittadine che si fronteggiano. Nel centro storico abbiamo: Duomo,  Lavagine, San Polo, Il Monte e Valbona. Fuori dalla mura rinascimentali troviamo: San Bernardino, Mazzaferro, Hong Kong, Piansevero e Piantata.

CONTINUA A LEGGERE

Festa dell'aquilone

La festa dell'Aquilone è una gara tra gli aquiloni, che si svolge in Urbino la prima domenica di settembre, fin dal 1951; inizialmente tenuta nella zone "vigne" quindi nel parco della fortezza Albornoz (parco della Resistenza), poi, dal 1991, è stata trasferita fuori dal centro storico, sulle colline delle Cesane.La festa si sviluppa tra sabato e domenica; il primo giorno si assiste alla sfilata e alla presentazione delle contrade cittadine partecipanti, nel centro storico. Il secondo giorno è dedicato alla gara; mentre la premiazione delle contrade, vincitrici dei vari premi, si svolge la sera, durante la cena tra di esse lungo corso Garibaldi, sotto i celebri Torricini di Palazzo Ducale. gni anno l’ambitissimo riconoscimento viene assegnato alla Contrada che ha l’aquilone più in alto, fra quelli più lontani.La tradizionale competizione che si svolge la prima domenica di settembre è il momento più spettacolare di un percorso che si sviluppa lungo alcune settimane, durante le quali ognuna delle Contrade costruisce le “comete”, elabora strategie di gara e crea piacevoli momenti di aggregazione che coinvolgono tutto il quartiere.   Dai primi di agosto nelle diverse zone di Urbino compaiono stendardi e striscioni con i colori che identificano le dieci porzioni cittadine che si fronteggiano. Nel centro storico abbiamo: Duomo,  Lavagine, San Polo, Il Monte e Valbona. Fuori dalla mura rinascimentali troviamo: San Bernardino, Mazzaferro, Hong Kong, Piansevero e Piantata.


Senigallia Food Festival Lo street Food Gourmet dei grandi chef

Dalle 12 alla mezzanotte, il lungomare di Senigallia si riempirà di gusto con una prima edizione di Senigallia Food Festival, lo street food gourmet dei grandi chef, il primo grande evento Marchigiano a ingresso gratuito, dedicato al variegato mondo del cibo di strada dove prelibatezze italiane e del nostro territorio , piatti gourmand dal dolce al salato, si vestono a tema per incontrare la praticità dello street food. Il lungomare della Città di Senigallia è pronto a riempirsi di gusto e spettacolo per l’evento dedicato al cibo di strada, versione gourmet.

CONTINUA A LEGGERE

Senigallia Food Festival Lo street Food Gourmet dei grandi chef

Dalle 12 alla mezzanotte, il lungomare di Senigallia si riempirà di gusto con una prima edizione di Senigallia Food Festival, lo street food gourmet dei grandi chef, il primo grande evento Marchigiano a ingresso gratuito, dedicato al variegato mondo del cibo di strada dove prelibatezze italiane e del nostro territorio , piatti gourmand dal dolce al salato, si vestono a tema per incontrare la praticità dello street food. Il lungomare della Città di Senigallia è pronto a riempirsi di gusto e spettacolo per l’evento dedicato al cibo di strada, versione gourmet.


Campionato italiano forense di ciclismo

Anche per quest'anno l'AIMANC, associazione che riunisce oltre un centinaio di soci appassionati ciclisti delle 3 categorie professionali: Avvocati Magistrati e Notai di tutta Italia, è giunta alla XXXV edizione. I Campionati Forensi si correranno a Urbino, la Città Ducale dei Montefeltro, il 13, 14 e 15 Settembre 2019.Per l'evento è prevista una Cronoscalata Individuale e una Gara in linea in un circuito di 70 km circa con convegno formativo gratuito con tema il Diritto Sportivo sabato 14 settembre 2019.Per ulteriori informazioni sull'Associazione e sul campionato consultare il sito www.aimanc.it nonché il manifesto e il modulo di iscrizione allegati.

CONTINUA A LEGGERE

Campionato italiano forense di ciclismo

Anche per quest'anno l'AIMANC, associazione che riunisce oltre un centinaio di soci appassionati ciclisti delle 3 categorie professionali: Avvocati Magistrati e Notai di tutta Italia, è giunta alla XXXV edizione. I Campionati Forensi si correranno a Urbino, la Città Ducale dei Montefeltro, il 13, 14 e 15 Settembre 2019.Per l'evento è prevista una Cronoscalata Individuale e una Gara in linea in un circuito di 70 km circa con convegno formativo gratuito con tema il Diritto Sportivo sabato 14 settembre 2019.Per ulteriori informazioni sull'Associazione e sul campionato consultare il sito www.aimanc.it nonché il manifesto e il modulo di iscrizione allegati.


Gusto Polis

"Gusto Polis", fiera dell'enogastronomia e delle identità territoriale, torna a Gabicce Mare (PU) per assaggiare i prodotti tipici di varie le regioni d'Italia, con stand allestiti tra le vie della città.  Gusto Polis diventa un "Tipiko Street Food Festival" proponendo tre giorni di ottimo cibo, birre artigianali e vini selezionati delle cantine locali, dando vita a un gustoso fine settimana in cui i sapori e le ricette provenienti da diverse regioni e Paesi diventano protagonisti.  Non mancheranno momenti di approfondimento culturale con dibattiti sulle tipicità territoriali, incontri e appuntamenti ufficiali per conoscere storia, gusti e sapori dei territori d'Italia oltre a spettacoli, visite guidate e mostre all'aperto. Durante la manifestazione, Gabicce Mare si trasforma nella città del gusto e vuole ospitare tutti coloro che amano il territorio e vogliono conoscere prodotti di eccellenza.

CONTINUA A LEGGERE

Gusto Polis

"Gusto Polis", fiera dell'enogastronomia e delle identità territoriale, torna a Gabicce Mare (PU) per assaggiare i prodotti tipici di varie le regioni d'Italia, con stand allestiti tra le vie della città.  Gusto Polis diventa un "Tipiko Street Food Festival" proponendo tre giorni di ottimo cibo, birre artigianali e vini selezionati delle cantine locali, dando vita a un gustoso fine settimana in cui i sapori e le ricette provenienti da diverse regioni e Paesi diventano protagonisti.  Non mancheranno momenti di approfondimento culturale con dibattiti sulle tipicità territoriali, incontri e appuntamenti ufficiali per conoscere storia, gusti e sapori dei territori d'Italia oltre a spettacoli, visite guidate e mostre all'aperto. Durante la manifestazione, Gabicce Mare si trasforma nella città del gusto e vuole ospitare tutti coloro che amano il territorio e vogliono conoscere prodotti di eccellenza.


Pesaro in Fitness

Pesaro in Fitness, Sport Food & Wellness” vuole essere un contenitore all’insegna del Benessere promuovendo uno stile di vita salutare caratterizzato da una sana alimentazione e un corretto movimento.
Quattro giorni di sport, attività, ed energia nella bellissima cornice di Baia Flaminia.
Saranno realizzate attività per tutte le fasce d’età, coinvolgendo l’intera popolazione, a partire dai bambini, passando dai giovani e gli adulti, fino a coinvolgere gli anziani.
I visitatori potranno comprendere vantaggi della prevenzione, del movimento e della cura del proprio benessere.
Si vuole creare un ambiente sociale favorevole, che mette al centro la salute delle persone, incentivando l’adozione di sani stili di vita quotidiani.Grazie alla location e alla possibilità di usufruire della spiaggia, vasta sarà la varietà di sport vista mare, dai tornei di Beach Tennis, alla Vela, al Kyte Surf alla Canoa.
Non mancheranno le discipline per l’armonia di corpo e mente, come lo Yoga e il Pilates.Non solo mare, tra i protagonisti dell’evento ci saranno anche le attività outdoor da praticare a stretto contatto con la natura. Alla base di uno stile di vita salutare vi è una corretta alimentazione e in questo territorio il buon cibo di certo non manca, daremo spazio sia al Wellness Food che al cibo tradizionale dei ristoranti locali nell’area di Baia Flaminia.
Il Wellness è lo stile di vita che unisce il regolare esercizio fisico, la sana alimentazione e l’approccio positivo alla vita. È una scelta individuale e può essere trovato in ogni luogo e in ogni età della vita.

CONTINUA A LEGGERE

Pesaro in Fitness

Pesaro in Fitness, Sport Food & Wellness” vuole essere un contenitore all’insegna del Benessere promuovendo uno stile di vita salutare caratterizzato da una sana alimentazione e un corretto movimento.
Quattro giorni di sport, attività, ed energia nella bellissima cornice di Baia Flaminia.
Saranno realizzate attività per tutte le fasce d’età, coinvolgendo l’intera popolazione, a partire dai bambini, passando dai giovani e gli adulti, fino a coinvolgere gli anziani.
I visitatori potranno comprendere vantaggi della prevenzione, del movimento e della cura del proprio benessere.
Si vuole creare un ambiente sociale favorevole, che mette al centro la salute delle persone, incentivando l’adozione di sani stili di vita quotidiani.Grazie alla location e alla possibilità di usufruire della spiaggia, vasta sarà la varietà di sport vista mare, dai tornei di Beach Tennis, alla Vela, al Kyte Surf alla Canoa.
Non mancheranno le discipline per l’armonia di corpo e mente, come lo Yoga e il Pilates.Non solo mare, tra i protagonisti dell’evento ci saranno anche le attività outdoor da praticare a stretto contatto con la natura. Alla base di uno stile di vita salutare vi è una corretta alimentazione e in questo territorio il buon cibo di certo non manca, daremo spazio sia al Wellness Food che al cibo tradizionale dei ristoranti locali nell’area di Baia Flaminia.
Il Wellness è lo stile di vita che unisce il regolare esercizio fisico, la sana alimentazione e l’approccio positivo alla vita. È una scelta individuale e può essere trovato in ogni luogo e in ogni età della vita.


Notre Dame de Paris

Dopo il travolgente successo di pubblico delle precedenti stagioni, con la cifra record di 4 milioni di spettatori, torna a teatro nel 2019 Notre Dame de Paris, l’opera moderna più famosa al mondo tratta dall’omonimo romanzo di Victor Hugo con le musiche di Riccardo Cocciante e le liriche originali di Luc Plamondon.
Per info e biglietti: www.ticketone.it

CONTINUA A LEGGERE

Notre Dame de Paris

Dopo il travolgente successo di pubblico delle precedenti stagioni, con la cifra record di 4 milioni di spettatori, torna a teatro nel 2019 Notre Dame de Paris, l’opera moderna più famosa al mondo tratta dall’omonimo romanzo di Victor Hugo con le musiche di Riccardo Cocciante e le liriche originali di Luc Plamondon.
Per info e biglietti: www.ticketone.it


Moto GP

Dal 13 al 15 settembre 2019 si terrà il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, dove Valentino Rossi proverà ad imporsi per la gioia dei tifosi. Non ci sarà però solo il Motomondiale, saranno organizzati una serie di eventi correlati che rafforzeranno ancora di più il binomio tra Romagna e motori.  Nel circuito intitolato a Marco Simoncelli, vi aspettano i campioni delle due ruote. Scaldate i motori, il Gran Premio San Marino e Riviera di Rimini sta per tornare con la dodicesima edizione!  Biglietti disponibili su TicketOne.

CONTINUA A LEGGERE

Moto GP

Dal 13 al 15 settembre 2019 si terrà il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, dove Valentino Rossi proverà ad imporsi per la gioia dei tifosi. Non ci sarà però solo il Motomondiale, saranno organizzati una serie di eventi correlati che rafforzeranno ancora di più il binomio tra Romagna e motori.  Nel circuito intitolato a Marco Simoncelli, vi aspettano i campioni delle due ruote. Scaldate i motori, il Gran Premio San Marino e Riviera di Rimini sta per tornare con la dodicesima edizione!  Biglietti disponibili su TicketOne.


Bellaria Film Festival 2019

Giunto alla 37a edizione, il Bellaria Film Festival vanta un curriculum di indubbio prestigio.
Nato nel 1983 come Anteprima per il cinema indipendente italiano, il "Bellaria Film Festival" concentra la sua attenzione sulla cinematografia documentaria con l'obiettivo di promuovere le produzioni indipendenti italiane. Nel corso delle sue edizioni, il Bellaria Film Festival ha anticipato il successo internazionale di un autore come Gianfranco Rosi- premiato a Bellaria nel 2009 per Below Sea Level- e fatto conoscere registi come Paolo Sorrentino, Silvio Soldini, Gianluca Maria Tavarelli, Ciprì e Maresco, Pappi Corsicato, Roberta Torre, Pietro Marcello e tanti altri. Diretto tra gli altri da Enrico Ghezzi, Morando Morandini e Gianni Volpi, nel corso della sua evoluzione, il festival si è caratterizzato per aver teorizzato la necessità della commistione e dell'attraversamento di generi, durate e formati dei prodotti audiovisivi.
La recentissima affermazione del genere documentaristico e l’aumento di rassegne ad esso dedicate, dimostra che la direzione intrapresa dal Bellaria Film Festival rappresenta una chiara tendenza del contemporaneo. Il cinema documentario - massimo mezzo espressivo, testimone dei nostri tempi - inscena nuovi stili, individua nuovi linguaggi e forme espressive, relazionando scenari attuali.

CONTINUA A LEGGERE

Bellaria Film Festival 2019

Giunto alla 37a edizione, il Bellaria Film Festival vanta un curriculum di indubbio prestigio.
Nato nel 1983 come Anteprima per il cinema indipendente italiano, il "Bellaria Film Festival" concentra la sua attenzione sulla cinematografia documentaria con l'obiettivo di promuovere le produzioni indipendenti italiane. Nel corso delle sue edizioni, il Bellaria Film Festival ha anticipato il successo internazionale di un autore come Gianfranco Rosi- premiato a Bellaria nel 2009 per Below Sea Level- e fatto conoscere registi come Paolo Sorrentino, Silvio Soldini, Gianluca Maria Tavarelli, Ciprì e Maresco, Pappi Corsicato, Roberta Torre, Pietro Marcello e tanti altri. Diretto tra gli altri da Enrico Ghezzi, Morando Morandini e Gianni Volpi, nel corso della sua evoluzione, il festival si è caratterizzato per aver teorizzato la necessità della commistione e dell'attraversamento di generi, durate e formati dei prodotti audiovisivi.
La recentissima affermazione del genere documentaristico e l’aumento di rassegne ad esso dedicate, dimostra che la direzione intrapresa dal Bellaria Film Festival rappresenta una chiara tendenza del contemporaneo. Il cinema documentario - massimo mezzo espressivo, testimone dei nostri tempi - inscena nuovi stili, individua nuovi linguaggi e forme espressive, relazionando scenari attuali.


"Bio Salus" Festival Nazionale del Biologico e del Benessere Olistico

La tredicesima edizione del Festival Nazionale del Biologico e del Benessere Olistico si prepara a parlare del futuro partendo dalle emergenze che sono oggi sotto gli occhi di tutti: cambiamenti climatici, inquinamento, stress, salute. Temi di stretta attualità che il festival affronterà mettendo più voci autorevoli a confronto. Nei due giorni del festival ci attendono incontri con esperti, conferenze-dibattito e approfondimenti incentrati sui vari tipi di cambiamento che emergono come necessità urgente: stile di vita, alimentazione, modelli di sviluppo, economia.

CONTINUA A LEGGERE

"Bio Salus" Festival Nazionale del Biologico e del Benessere Olistico

La tredicesima edizione del Festival Nazionale del Biologico e del Benessere Olistico si prepara a parlare del futuro partendo dalle emergenze che sono oggi sotto gli occhi di tutti: cambiamenti climatici, inquinamento, stress, salute. Temi di stretta attualità che il festival affronterà mettendo più voci autorevoli a confronto. Nei due giorni del festival ci attendono incontri con esperti, conferenze-dibattito e approfondimenti incentrati sui vari tipi di cambiamento che emergono come necessità urgente: stile di vita, alimentazione, modelli di sviluppo, economia.


56^ Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato delle Marche

L’incantevole borgo medievale dell’entroterra marchigiano, nella provincia di Pesaro ed Urbino, ospita nei week end dall’13 -28 ottobre e 3/4 novembre, la 55esima edizione della Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato delle Marche, un’edizione rinnovata sotto molti aspetti che è pronta ad accogliere vadesi e turisti esaltando le qualità e la bontà del Tartufo Bianco, simbolo e orgoglio dell’antica Tifernum Mataurense, terra che può vantare un antico patrimonio, non solo gastronomico, ma anche artistico, architettonico e archeologico.

CONTINUA A LEGGERE

56^ Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato delle Marche

L’incantevole borgo medievale dell’entroterra marchigiano, nella provincia di Pesaro ed Urbino, ospita nei week end dall’13 -28 ottobre e 3/4 novembre, la 55esima edizione della Mostra Nazionale del Tartufo Bianco Pregiato delle Marche, un’edizione rinnovata sotto molti aspetti che è pronta ad accogliere vadesi e turisti esaltando le qualità e la bontà del Tartufo Bianco, simbolo e orgoglio dell’antica Tifernum Mataurense, terra che può vantare un antico patrimonio, non solo gastronomico, ma anche artistico, architettonico e archeologico.


54° fiera nazionale del tartufo bianco di Acqualagna

Dal 27 ottobre e, a seguire, 1-2-3-9-10 novembre 2019, si svolgerà la 54ª Fiera Nazionale del Tartufo di Acqualagna (PU). La sua secolare tradizione di ricerca, produzione e vendita del tartufo fa sì che il suo mercato sia il luogo di incontro privilegiato per la promozione e la commercializzazione sia a livello nazionale sia internazionale. Acqualagna è sede di raccolta dei 2/3 dell’intera produzione nazionale del prezioso tubero, con circa 600 quintali di tartufo di tutti i tipi. L’intera cittadina di Acqualagna mette i propri spazi a disposizione dell’evento. La piazza principale ospita gli stand dei commercianti di tartufo fresco, anima storica della festa. Il Palatartufo è lo spazio più importante di accoglienza per gli oltre 200.000 visitatori della Fiera. IL SALOTTO DA GUSTARE  e i COOKING SHOW “Il Tartufo incontra le Regioni Italiane” sono il fiore all’occhiello della manifestazione. Degustazioni guidate, cooking show dei grandi chef, sfide in cucina tra vip e presentazioni di “libri da gustare”.  Nello stesso periodo della manifestazione vengono organizzate mostre, convegni, presentazioni di prodotti  ed eventi di grande successo. Il Palazzo del Gusto sarà una vetrina delle eccellenze del territorio con particolare attenzione alle produzioni enologiche  provinciali e regionali. Qui si possono effettuare eductor per le aziende e food and wine tasting per la certificazione e presentazione dei prodotti, si tengono serate a tema per le degustazioni guidate. Da qui partono gli Itinerari del Gusto che ridisegnano i confini del territorio in nome della Repubblica Gastronomica di Acqualagna , proponendo le tappe giuste per assaggiare le specialità enogastronomiche della Regione, rovesciando il concetto tipico del viaggio dove il cibo non è più accessorio ma diventa protagonista. Per tutte le giornate di fiera saranno presenti direttamente i produttori di vino e sarà possibile fare degustazioni guidate grazie anche alla presenza di sommelier.

CONTINUA A LEGGERE

54° fiera nazionale del tartufo bianco di Acqualagna

Dal 27 ottobre e, a seguire, 1-2-3-9-10 novembre 2019, si svolgerà la 54ª Fiera Nazionale del Tartufo di Acqualagna (PU). La sua secolare tradizione di ricerca, produzione e vendita del tartufo fa sì che il suo mercato sia il luogo di incontro privilegiato per la promozione e la commercializzazione sia a livello nazionale sia internazionale. Acqualagna è sede di raccolta dei 2/3 dell’intera produzione nazionale del prezioso tubero, con circa 600 quintali di tartufo di tutti i tipi. L’intera cittadina di Acqualagna mette i propri spazi a disposizione dell’evento. La piazza principale ospita gli stand dei commercianti di tartufo fresco, anima storica della festa. Il Palatartufo è lo spazio più importante di accoglienza per gli oltre 200.000 visitatori della Fiera. IL SALOTTO DA GUSTARE  e i COOKING SHOW “Il Tartufo incontra le Regioni Italiane” sono il fiore all’occhiello della manifestazione. Degustazioni guidate, cooking show dei grandi chef, sfide in cucina tra vip e presentazioni di “libri da gustare”.  Nello stesso periodo della manifestazione vengono organizzate mostre, convegni, presentazioni di prodotti  ed eventi di grande successo. Il Palazzo del Gusto sarà una vetrina delle eccellenze del territorio con particolare attenzione alle produzioni enologiche  provinciali e regionali. Qui si possono effettuare eductor per le aziende e food and wine tasting per la certificazione e presentazione dei prodotti, si tengono serate a tema per le degustazioni guidate. Da qui partono gli Itinerari del Gusto che ridisegnano i confini del territorio in nome della Repubblica Gastronomica di Acqualagna , proponendo le tappe giuste per assaggiare le specialità enogastronomiche della Regione, rovesciando il concetto tipico del viaggio dove il cibo non è più accessorio ma diventa protagonista. Per tutte le giornate di fiera saranno presenti direttamente i produttori di vino e sarà possibile fare degustazioni guidate grazie anche alla presenza di sommelier.


Natale a Gabicceland

Si avvicina il Natale e la Città di Gabicce Mare si prepara organizzando un ricco programma di iniziative pensate per allietare questo magico periodo. Strade illuminate, decorazioni, odori di bevande calde e dolci appena sfornati, mani che si stringono e tanta voglia di vivere e rivivere suggestive atmosfere. Animazione per bambini, spettacoli, mercatini e il Presepe Vivente di Gabicce Mare.

CONTINUA A LEGGERE

Natale a Gabicceland

Si avvicina il Natale e la Città di Gabicce Mare si prepara organizzando un ricco programma di iniziative pensate per allietare questo magico periodo. Strade illuminate, decorazioni, odori di bevande calde e dolci appena sfornati, mani che si stringono e tanta voglia di vivere e rivivere suggestive atmosfere. Animazione per bambini, spettacoli, mercatini e il Presepe Vivente di Gabicce Mare.